Mercoledì, 17, Ago, 11:59 PM
BREAKING NEWS
I dati dei clienti sono un segreto industriale? Per Generali sì. Agente condannato a risarcire 3 milioni di euro. Il commento del Presidente nazional
Milano capitale italiana delle sanzioni per violazione del Codice della Strada. Ma in provincia di Belluno c'è il record mondiale delle multe
Due premi di laurea "Pierluigi Manzoni" istituiti dall'Università degli Studi di Padova in collaborazione con la locale sezione Provinciale Sna. Gran
Rcauto, pratiche scorrette e condotte ingannevoli, sanzione da 5 milioni di euro comminata dall'Antitrust sia a Generali sia a UnipolSai. Demozzi (Sna

Giuseppe Gulino

 

MILANO - Nel contesto della Sandbox regolamentare approvata da Ivass, vengono introdotte tecnologie e metodologie innovative per la gestione precontrattuale e contrattuale. Una novità di grande rilievo si affaccia sul mondo assicurativo: si tratta del nuovo progetto di sperimentazione nato da un’idea di Share, l’associazione delle software house che operano nel settore assicurativo e promosso, fin dall’inizio, dall’associazione consumatori Konsumer Italia, da Sna (Sindacato nazionale agenti di assicurazione) e da ACB (Associazione Categoria Brokers).
Questa unità di intenti ha consentito di mettere insieme i tanti attori che intervengono nella filiera assicurativa dalla compagnia al consumatore, passando attraverso l’intermediario. L’intento comune è quello di raggiungere un traguardo importantissimo nell’ambito della digital transformation, nella codifica e unicità del “set precontrattuale” e della condivisione dei dati: la sperimentazione di un “cassetto assicurativo”, che consenta di generare, sottoscrivere e conservare tutta la documentazione precontrattuale e contrattuale relativa alle polizze stipulate tra clienti e compagnie assicuratrici, in analogia a quanto apprezzato con l’introduzione da parte dello Stato del cassetto fiscale per aziende e privati. La conservazione avverrà in modalità anch’essa “notarizzata” attraverso l’utilizzo della tecnologia blockchain, che permette di garantire e certificare l’autenticità di ogni documento conservato in rete.
Proprio in questi giorni, l'Ivass (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni) ha accolto con esito positivo la richiesta di ammissione a questa sperimentazione, presentata da SIA Spa, in collaborazione con HiT Internet Technologies Srl e Mangrovia Blockchain Solutions Srl, aziende facenti parte dell’Associazione Share. Al termine della sperimentazione Ivass valuterà i benefici per gli utenti finali e il contributo all’efficienza del sistema assicurativo alla fruizione dei servizi offerti e al gradimento degli stessi.
Gli aderenti auspicano che l’Autority abbia modo di apprezzare in questo modo i vantaggi per tutti gli attori coinvolti nel processo di prevendita, sottoscrizione e gestione dei contratti assicurativi, valutando la possibilità di estendere questa metodologia operativa ad altre compagnie e intermediari. Il progetto di sperimentazione coinvolgerà la compagnia Tutela Legale Spa, due intermediari professionali, il broker Idea di Mercato Associati Srl, l’Agenzia Assicurazioni & Finanza E. Lucato – D. Terren Snc e un numero predefinito di consumatori che saranno i principali fruitori di questa innovazione digitale. “Prendendo in prestito le parole di Albert Einstein – ha detto Giuseppe Gulino Presidente di Share – esorterei ”chi dice che è impossibile a non disturbare chi ce la sta facendo!”. Quando Share ha iniziato il suo percorso, pochi avrebbero infatti scommesso sul risultato che abbiamo conseguito mettendo intorno al tavolo del Pool InsurTech le rappresentanze delle software house del settore assicurativo, degli agenti, dei broker e dei consumatori. Ciò costituisce la smentita di tutti i dubbi allora posti dagli scettici di turno. In realtà si tratta di un successo molto importante e nei prossimi 12 mesi ci impegneremo per raggiungere i molti obiettivi che il progetto “OPS” si prefigge e per conseguire la soddisfazione dei consumatori, dei due intermediari e della compagnia Tutela Legale, che collaboreranno con noi e a tutti loro auguro un buon lavoro”.
“Fondamentale che operatori e consumatori – ha dichiarato Fabrizio Premuti, Presidente di Konsumer Italia – si trovino insieme nella sperimentazione di nuovi sistemi operativi nel modo assicurativo, dove la tutela del consumatore troppo spesso viene disattesa. Un plauso particolare ad Ivass per aver confermato la procedibilità della proposta progettuale attraverso un’analisi approfondita e professionale, ma anche di attenzione per i più̀ deboli”.
“È con molto piacere – ha sottolineato Luigi Viganotti, Presidente di ACB Broker – che abbiamo appreso la notizia perché ciò su cui si sta progettando per il futuro riguarda il rapporto intermediario broker e consumatore, i nuovi sistemi operativi contribuiranno a facilitare il rapporto e daranno sostanza al servizio che il broker è in grado di offrire al proprio cliente. Importante poter soddisfare le aspettative degli utenti del prodotto assicurativo nel rispetto delle regole e soprattutto della collaborazione che deve esserci tra broker e cliente”.
“Considero il risultato ottenuto – ha dichiarato Claudio Demozzi, Presidente di Sna – molto importante e frutto della corretta sinergia tra i diversi soggetti coinvolti che rappresentano, ciascuno per proprio conto, una componente importante del mondo assicurativo. Mi sento pertanto di ringraziare i colleghi Sna che hanno collaborato alla realizzazione del progetto e anche i partner dell’iniziativa, per prima Share che ne è stata la promotrice e con essa Acb Broker e Konsumer".
La Redazione

GRUPPI AZIENDALI ACCREDITATI SNA

ARCHIVIO NOTIZIE